martedì 20 marzo 2018

Acqua, come bere quotidianamente la quantità giusta



L'acqua è la base della vita. Senza di essa il mondo intero sarebbe una landa desolata. La sua importanza è essenziale per tutte le forme di vita, per la sopravvivenza e il benessere del nostro organismo e per la salute di pelle e capelli. Per questo motivo è importantissimo ed essenziale assicurarsi il giusto apporto di liquidi quotidiano.
La carenza di acqua è alla base di moltissimi problemi di salute ed estetici:
  • Capelli secchi
  • capelli grassi
  • rughe precoci
  • ritenzione idrica
  • stipsi
  • malfunzionamento dei reni
  • spossatezza generale
  • emicrania e cefalea
  • occhiaie e borse palpebrali
  • problemi articolari
  • cistiti e infezioni dell'apparato uro-genitale
  • accumulo di tossine
  • pelle spenta
La medicina odierna consiglia di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, ossia l'equivalente di otto bicchieri pieni, e di aumentare gradualmente la quantità in base a quanto sia attiva la nostra vita. Ovviamente, se siamo sportivi, berremo molto di più che se siamo impiegati in ufficio o studenti e facciamo una vita più sedentaria.
Molto probabilmente, pensiamo di bere la quantità giusta di acqua perché non sentiamo l'esigenza fisica di bere di più. Ancora più probabilmente, stiamo sbagliando. Perché il corpo è un organismo elastico, che riesce a garantirsi la sopravvivenza anche con mezzi minimi. Quando beviamo poco, il corpo riceve l'imput che l'ambiente non ci fornisce tutta l'acqua di cui ha bisogno ed entra in modalità risparmio, sfruttando al massimo l'acqua di cui può disporre. Meno beviamo, più il corpo si adatta, fino a ridursi al metabolismo basale, che è quello in cui i problemi non sono più estetici, ma di salute, perché l'organismo non ha risorse a sufficienza per garantirci il benessere.
Prima di ridurci a un tale stato, dunque, intraprendiamo un percorso di reidratazione del corpo e riabituiamoci a bere la giusta quantità di acqua.


Quantificare l'acqua quotidiana


Se troviamo difficoltà a quantificare l'acqua che beviamo in un giorno possiamo ricorrere a un pratico sistema Iattuabile sia dentro casa, sia quando siamo fuori. Procuriamoci una bottiglina da mezzo litro e riempiamola d'acqua prima di fare colazione. Beviamo esclusivamente dalla bottiglina, riempendola nuovamente non appena l'avremo svuotata, in questo modo riusciremo a conteggiare piuttosto velocemente quanta acqua abbiamo bevuto durante la giornata.


Come bere più acqua


Se facciamo fatica a bere più acqua del solito, ci sono delle piccole regole che possiamo utilizzare:
  • Beviamo una prima abbondante sorsata di acqua (l'equivalente di un bicchiere in una bottiglina da mezzo litro corrisponde a circa un terzo della bottiglina) appena svegli e a digiuno, così favoriamo la riattivazione del metabolismo dopo la fase notturna del sonno.
  • Se siamo funatori (specie se accaniti), beviamo un bicchiere d'acqua ogni volta che abbiamo voglia di una sigaretta (è un metodo che aiuta anche a ridurre il consumo di fumo e facilita un percorso di disintossicazione graduale), lo stesso discorso vale se siamo persone che mangiano più del dovuto, ogni volta che ci assale la fame fuori dai pasti o il desiderio di cibo spazzatura, beviamo un bicchiere d'acqua.
  • Beviamo un bicchiere mezz'ora prima di ogni pasto e un altro mezz'ora dopo.
  • Teniamo la bottiglina sempre con noi, quando siamo in giro, quando siamo seduti al pc, quando stiamo lavorando o studiando, e mettiamola a vista, guardandola ci ricorderemo di fare un sorso ogni tanto.
  • Beviamo un bicchiere un po' di tempo prima di andare a dormire (prima di struccarci, pettinarci e indossare il pigiama), così avremo il tempo anche di fare "l'ultima pipì" e non rischiamo di svegliarci in piena notte con la vescica che scoppia.
Già semplicemente seguendo queste piccole regole, beviamo tranquillamente gli otto bicchieri quotidiani consigliati come apporto necessario di liquidi. Ma se ancora non riusciamo a bere l'acqua necessaria, esistono moltissime app scaricabili gratuitamente sullo smartphone che, sotto forma di gioco, ci aiutano a incrementare l'apporto di acqua. Una app molto carina che ho provato io stessa è Plant Nanny, si presenta come un gioco di accudimento in cui dobbiamo far crescere una piantina e per farlo dobbiamo annaffiarla. Ogni bicchiere d'acqua che berremo andrà ad annaffiare la piantina. Se non beviamo la piantina appassisce e muore. Direi che sia un ottimo stimolo a bere correttamente, no?


Iniziare la giornata con un bicchiere d'acqua


Come ho già accennato più sopra, l'ideale è iniziare la giornata bevendo un bicchiere d'acqua dona al corpo lo sprint necessario per affrontare la giornata, ma vediamo insieme punto per punto quali benefici apporta:


  • Favorisce l'eliminazione delle tossine accumulatesi durante la notte: durante il ciclo del riposo il corpo è in metabolismo basale per la maggior parte delle attività metaboliche, in questa fase i reni filtrano tutte le sostanze di scarto ripulendo il sangue (per questo l'urina del mattino ha sempre un odore piuttosto acre e un colore molto intenso rispetto a quella del resto della giornata). Bevendo a digiuno forniamo al corpo un apporto di liquidi che favorisce lo smaltimento degli scarti accumulati durante la notte e impedisce l'affaticamento dei reni, che espelleranno le tossine più facilmente.
  • Idrata il sistema linfatico: la stasi del sonno origina un rallentamento del flusso dei fluidi, in particolar modo della linfa, la quale con l'apporto di idratazione fluidifica e riprende a scorrere meglio, raggiungendo più facilmente i tessuti interessati.
  • Migliora la digestione: l'acqua aiuta l'apparato digerente a prepararsi a svolgere al meglio la propria funzione, facilita il processo di digestione a partire dalla bocca (favorisce la salivazione eliminando la sensazione di bocca secca e/o impastata), passando per lo stomaco e facilitando l'assorbimento dei nutrienti a livello intestinale.
  • Migliora la lubrificazione delle articolazioni, dei muscoli e dei legamenti: in questo modo tutto l'apparato motorio funzionerà meglio evitando di incorrere in crampi, strappi muscolari, fitte e riducendo i dolori articolari.
  • Previene le infezioni dell'apparato uro-genitale: l'apporto di acqua mattutino aiuta la diuresi, e con l'espulsione dei liquidi ricchi di tossine e scarti notturni eliminiamo anche potenziali batteri e virus che, in caso di diuresi scarsa, finiscono invece col sostare nella vescica e nell'uretra, causando infezioni che possono espandersi anche alla vagina (questo non significa che bere acqua ci protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, per evitarle occorre sempre usare il preservativo).
  • Regola la temperatura del corpo: un corpo correttamente idratato mantiene una temperatura più costante perché il calore interno fluisce meglio da un tessuto all'altro.
  • Riduce i fastidi di molti disturbi cronici come cardiopatie, artiti; problemi dell'apparato respiratorio come asma, bronchite; riduce i problemi di stipsi (stitichezza), riduce le emicranie e i dolori mestruali e tanto altro ancora.