giovedì 28 dicembre 2017

Gel di Fieno Greco, ricetta e preparazione - Le Ricette



Come abbiamo già visto nell'articolo precedente, il Fieno Greco è l'ideale sostituzione naturale del balsamo per capelli, rifornisce i capelli di una forte idratazione, andando così a prevenire e parzialmente riparare la secchezza dei fusti.
In questo articolo vediamo insieme come estrarre il gel dai semi. Il gel si presenta color miele bruciato, con una consistenza leggermente più fluida dei gel commerciali. Va conservato in frigorifero e conserva le proprie prorpietà per circa una settimana o dieci giorni al massimo.

Ingredienti per la preparazione di 1 litro di gel

  • 50 gr di semi di Fieno Greco
  • 1,5 lt di acqua calda

Strumenti

  • una ciotola di plastica
  • un pentolino con coperchio
  • un cucchiaio d'acciaio
  • un colino
  • uno schiacciapatate o un frullino a immersione


Procedimento

  • Innanzitutto scaldiamo mezzo litro d'acqua senza farlo bollire
  • Versiamo i semi nella ciotola di plastica e aggiungiamo poco alla volta l'acqua calda
  • Lasciamo riposare per tutta la notte
  • Il mattino seguente, versiamo tutto il contenuto della ciotola in un pentolino, copriamo col coperchio e scaldiamo a fuoco dolce. Lasciamo cuocere fino a ebollizione e quindi lasciamo bollire per circa 15 minuti girando ogni tanto con il cucchiaio per evitare che il contenuto tracimi e i semi si attacchino al bordo del pentolino.
  • Spegniamo il fuoco, lasciamo intiepidire un poco e frulliamo il tutto usando il frullino a immersione, oppure passiamo tutti i semi nello schiacciapatate, quindi versiamo di nuovo tutto nel pentolino e riprendiamo la cottura fino alla nuova ebollizione.
  • Spento il fuoco, filtriamo il contenuto del pentolino usando un colino.
  • A questo primo passaggio, otterremo un gel molto denso e ricco di polvere di semi. Si ottiene in questo modo una sorta di cremina che è più assimilabile alla polvere di fieno greco reidratata che non al gel. Questa cremina è utilissima da aggiungere agli impacchi di erbe perché funge nel contempo da liquido, da collante e ne migliora la spalmabilità senza che si corra il rischio di ottenere un impasto eccessivamente fluido.
  • Scaldiamo il restante litro d'acqua nel pentolino e aggiungiamo nuovamente i semi già filtrati col colino.
  • Lasciamo cuocere a fuoco dolce tutto il tempo che occorre perché i semi rilascino le mucillagini, e quando il liquido avrà raggiunto la giusta consistenza gelificata, spegniamo il fuoco e filtriamo di nuovo. Quello che otteniamo da questo passaggio è appunto il gel.
  • Aiutiamoci con il cucchiaio per schiacciare bene i semi nel colino, così da tirare fuori quanto più gel possibile. 
  • Se alla fine di questo passaggio vediamo che i semi sono ancora ricoperti da uno strato consistente di gel, possiamo scaldare altri 300 ml di acqua e ripetere la cottura e il filtraggio. Questo passaggio può essere ripetuto anche altre due o tre volte, finché i semi saranno "esausti" e si presenteranno, dopo il filtraggio, appena umidi e completamente maciullati.
  • Versiamo il gel ottenuto in uno o due contenitori con coperchio e conserviamo in frigorifero.


Ulteriori suggerimenti

  • Non allarmatevi se il liquido non gelifica subito, alle volte, soprattutto quando è inverno, questo processo richiede più tempo di cottura.
  • Non alzate la fiamma per abbreviare i tempi di gelificazione, rischiate solo di ottenere sul fondo del pentolino uno strato compatto di semi e mucillagini troppo cotti per essere utilizzati e in superficie della semplice acqua colorata.
  • Conservate il gel in vasetti o contenitori dall'imboccatura larga, vi sconsiglio di conservarlo in bottiglie o flaconi perché poi diventa difficile estrarre tutto il prodotto, soprattutto quando è agli sgoccioli.
  • Se avete capelli corti o in casa siete gli unici ad utilizzare il gel di Fieno Greco, vi consiglio di utilizzare la metà, se non addirittura un quarto della dose suggerita in questa ricetta, perché trattandosi di un prodotto senza conservanti dopo qualche tempo si altera e dovreste buttarlo.
  • Se il gel dovesse avanzarvi e temete di non riuscire a consumarlo per tempo, potete versarlo nei contenitori in silicone che si usano per fare i cubetti di ghiaccio e congelarlo così in pratiche monoporzioni da scongelare al momento dell'uso.
  • Il gel di Fieno Greco ha l'odore del finocchietto cotto, un odore che personalmente non trovo disturbante, ma se lo reputate sgradevole potete aggiungere al gel qualche goccia di olio essenziale profumato.
  • L'odore del gel non è comunque persistente se lo utilizzate come impacco da risciacquo e non come prodotto di styling, se quindi la sua fragranza non vi disturba più di tanto, potete anche applicarlo senza alcuna aggiunta.


Utilizzi del gel di Fieno Greco

Il gel di Fieno Greco può essere utilizzato puro o come addizionante ad altre sostanze utili ai nostri capelli, ecco di seguito una serie di suggerimenti utili

Impacco idratante post-shampoo con solo gel:

Possiamo spalmare il gel sui capelli dalle radici alle punte subito dopo lo shampoo, massaggiamo bene in cute così da permetterne l'assorbimento da parte di pelle e follicoli.
Scopi dell'impacco: idratare i fusti seccati da trattamenti errati, agenti atmosferici, stress, semplice vecchiaia del capello; idratare e sfiammare la cute irritata, secca, sensibile o soggetta a forfora.
Tempo di posa: dai 15 ai 30 minuti, dopodiché è possibile risciacquare con semplice acqua

Impacco idratante e volumizzante con gel e farina di riso:

In una ciotolina mixate una certa quantità di gel a 3-4 cucchiai di farina di riso, quindi lasciate riposare e nel frattempo fate lo shampoo. Al momento dell'applicazione, controllate se sia necessario aggiungere un altro cucchiaio di gel al preparato, quindi applicate sui capelli ancora appena umidi (non grondanti).
Scopi dell'impacco: idratare capelli tendenti al secco, volumizzare capelli sottili o chiome scarse, disciplinare capelli crespi o con la tendenza ad annodarsi.
Tempo di posa: dai 30 minuti alle 2 ore. Più tempo riuscite a tenerlo su, meglio è. Si risciacqua con semplice acqua.
Consiglio aggiuntivo: dopo questo impacco i capelli possono mostrare inizialmente un aspetto "vetrificato" e sembrare più indistricabili del solito. Districate con pazienza e a lungo, sentirete la superficie dei fusti diventare via via più liscia e uniforme sotto le mani, e i capelli acquisiranno sempre più lucentezza e morbidezza. Se non avete capelli ricci, dopo aver districato procedete con la cinghialina per ottenere il massimo risultato di morbidezza e splendore.

Addizionante all'hennè o altre erbe: 

Il gel di Fieno Greco (o la cremina di polvere reidratata) può andare a sostituire i liquidi necessari a preparare l'impasto di hennè o di altre erbe da impacco.
Scopo dell'addizione all'impacco: le sue proprietà idratanti bloccano l'effetto secchezza causato da molte erbe a posa prolungata come può essere la Lawsonia Inermis. Nel contempo, idratando, veicola meglio le molecole coloranti e permette una presa maggiore del colore e/o sostanze nutrienti. Migliora la spalmabilità di polveri dal taglio grossolano. Aumenta il volume dell'impasto, permettendoci piccole riduzioni nella quantità di erba da utilizzare (e conseguentemente un risparmio sul lungo periodo). Rende i capelli più districabili dopo la rimozione dell'impacco.


Addizionante negli shampoo naturali: 

Sostituire il gel all'acqua per la preparazione di impacchi detergenti a base di farine o erbe è l'ideale per chi vuole lavare i capelli in modo naturale ma con questi sistemi si ritrova capelli ingestibili e per nulla fluenti. Soprattutto nella farina di ceci, impedisce che l'impacco indurisca troppo i capelli e diventi impraticabile per periodi prolungati nel tempo. Oltretutto, il gel ha un pH basico, il che lo rende adattissimo anche nella preparazione dell'impasto con la Ghassoul, che necessita appunto di un ambiente basico/neutro per detergere al meglio.


Gel per lo styling:

Essendo costituito principalmente di mucillagini e acqua, e quindi privo di resine o colle sintetiche, il gel di Fieno Greco può tranquillamente essere utilizzato in sostituzione dei prodotti per styling senza correre il rischio di impedire la traspirazione del capelli, ma anzi sapendo di contribuire alla sua idratazione ulteriore. Utilissimo è il suo uso per tenere in ordine le acconciature evitando così che i capellini sguscino fuori da tutte le parti.
Per chi ha capelli ricci, applicare un po' di GFG sui riccioli ne favorisce la lucentezza e la definizione senza appesantirli o indurirli.


 Gel come base per il leave-in: 

Usato in piccole quantità, il GFG può sostituire l'acqua che usiamo nebulizzare sui capelli prima del leave-in, in questo modo andiamo a potenziare ulteriormente l'idratazione forzata data da questo trattamento.

Acquista il fieno greco ai seguenti link:
Fieno Greco in polvere Salus in Erbis
Fieno Greco in polvere Top Op
Fieno Greco in semi TRS