mercoledì 18 maggio 2016

La Spazzola di Setole

 Immancabile sui tavolini da toeletta delle nostre nonne, la spazzola di setole è l'amica delle lungocrinite per antonomasia.
 

Descrizione


E' una spazzola piatta, con manico in legno o in plastica e corpo di forma ellittica, più raramente di forma rettangolare. Solitamente presenta un cuscinetto gommato in cui vengono innestati i ciuffetti di setole e che ha la funzione di ammortizzare l'impatto della spazzola con la cute.
Le setole, originariamente di pelo di cinghiale, sono il motivo per cui questa spazzola è anche conosciuta col nome di cinghialina.
Al giorno d'oggi esistono spazzole in setola di cinghiale o di maiale, dette setola naturale, oppure in setola di nylon.

A cosa serve


Il compito della spazzola consiste nel rimuovere la polvere dai fusti del capello, e nel contempo chiudere le cuticole e distribuire sulle lunghezze il sebo che si forma alle radici, così da paventare lunghezze e punte secche.
E' un ottimo mezzo per distribuire uniformemente i leave-in  e altri prodotti liquidi come olii o burri emulsionati.
Spazzolarsi quotidianamente per almeno 10 minuti rende il capello disciplinato e lucente.

Come sceglierla



Preferitela con il cuscinetto di gomma perché ammortizza l'impatto con la cute. Che il manico sia in legno o in plastica è una scelta puramente estetica perché, di fatto, cambia solo il peso della spazzola ma la funzionalità è identica.
Sceglietene una con setole molto fitte per spolverare uniformemente la chioma.
Per quanto riguarda le setole, personalmente sconsiglio le setole naturali, in quanto richiedono cure specifiche (bagni in detergenti ultradelicati, trattamenti periodici con l'olio di semi di lino puro, asciugatura delicata) e tendono a rovinarsi prima e a marcire, col tempo, specie se innestate nel legno.
Le setole in nylon sopportano meglio gli strapazzi, possono essere lavate tutte le volte che vi pare e non vanno idratate periodicamente.
E se vi viene detto che la setola animale non elettrizza il capello come fa quella di nylon, non credeteci. Il capello, quando è sano, non si elettrizza con niente; quando è deteriorato, si elettrizza qualsiasi cosa usiate.

Come si usa


A differenza di come fa Rapunzel nel film della Disney, che si spazzola come se maneggiasse un aratro, la spazzola va usata con gentilezza, altrimenti vi strapperete via mezza chioma.
Utilizzatela solo DOPO aver districato completamente la chioma con un pettine, non deve esserci nemmeno un nodo.
Quindi dividete i capelli in due metà e portateli sul davanti. Spazzolate la prima ciocca partendo dalle punte, delicatamente, non dovete premere perché la spazzola non è fatta per affondare tra i capelli, ma per accarezzarne gentilmente la superficie, lucidandola e spolverandola.
Se, come me, avete tanti capelli, stendete le lunghezze a ventaglio su una superficie piana e pulita, così la spazzola riuscirà a toccare tutti i capelli.
Risalite piano piano lungo i fusti fino alle radici, prima da un lato e poi dall'altro.
Riunite insieme la chioma e continuate a spazzolare delicatamente.
L'operazione deve durare dai dieci ai venti minuti.
Le donne vittoriane, esperte di chiome lunghe, fluenti e lucide, spazzolavano i capelli per venti minuti al mattino e per dieci minuti alla sera.



Come mantenere pulita la propria spazzola e farla durare a lungo



Ogni volta che lavate i capelli, anche la spazzola va lavata.
Innanzitutto, con la coda del pettine a coda o con un bastoncino molto sottile, passate in tutte le file delle setole rimuovendo i residui di polvere e di capelli.
Diluite una noce di detergente intimo o sapone naturale in due dita d'acqua e immergetevi la spazzola con le setole rivolte verso il basso. L'acqua non deve toccare l'innesto della setola nel cuscinetto o nel retro di legno, altrimenti la spazzola si rovinerà.
Lasciate in ammollo per circa 5 minuti, quindi passate tra le setole della spazzola una spazzola dai denti di plastica (io utilizzo la Tangle Teezer, le lavo assieme così si puliscono a vicenda) per ripulirla a dovere.
Sciacquate e sgocciolate, tamponando gentilmente in un'asciugamani pulito, quindi mettete la spazzola ad asciugare con le setole rivolte verso l'alto in un luogo asciutto, lontano dai raggi solari (il sole disidrata il legno del manico e la gomma del cuscinetto).
Ogni volta che vi spazzolate, abbiate cura di rimuovere i capelli rimasti impigliati tra le setole, fatelo con delicatezza, senza strattonare.
Riponete la spazzola lontano da fonti di calore, in orizzontale sul dorso o in verticale in un contenitore ben basato che non sia abbastanza alto da raggiungere le setole per non deformarle.


Consigli supplementari


 Non usate la spazzola a capelli bagnati o sotto il getto dell'acqua mentre fate lo shampoo. La spazzola è un accessorio che si usa solo a capelli asciutti per spolverare e distribuire il sebo, in altri modi la distruggete e basta, e distruggete anche i vostri capelli.
 Se avete i capelli ricci, la spazzola è inutile nella vostra rosa di accessori per capelli perché, come già detto, può essere usata solo a capelli asciutti.