sabato 21 novembre 2015

Cassia - Hennè Neutra

Comunemente conosciuta con il nome di Hennè Neutra, la Cassia è una pianta appartenente alla famiglia delle leguminose. Esistono molti tipi di Cassia, per cui potremo trovare piante appartenenti alla tribù delle Cassiee sia in Europa, che in Africa e persino in Asia. In Italia, generalmente cresce la Cassia Italica o Obovata.
Si presenta come un arbusto o un sottile albero, con vistose infiorescenze bianche, gialle o rosa. Non ha proprietà tintorie, ma viene annoverata tra le Henné per gli effetti simili che ha applicata sui capelli.
Sotto il termine Hennè Neutra viene spesso annoverata anche la Planta Medica, che ha proprietà simili alla Cassia ed è di origine italiana.

Cassia e capelli
La Cassia viene annoverata tra le Hennè (nonostante non sia una pianta tintoria) grazie alle sue capacità filmanti che portano i seguenti risultati:
- ispessimento del diametro del capello (e quindi anche un aumento della massa complessiva)
- resistenza agli stress meccanici (tensione, torsione)
- impermeabilità
- maggiore districabilità
- maggiore lucentezza
Oltre a tutti questi vantaggi, la Cassia ha il vantaggio di non modificare il colore dei capelli, è quindi prediletta da quelle persone che vogliono godere dei benefici dell'hennè senza rinunciare al loro colore naturale.
Se all'impasto viene aggiunto del limone, però, e si lascia ossidare per 24 ore, la Cassia rilascerà un leggero pigmento biondo/castano che permette di ravvivare il colore naturale dei capelli o creare, associata a Lawsonia o Indigofera, interessanti mix tintori per ottenere varie gradazioni di castano.

Riconoscere una buona polvere
Le polveri migliori sono impalpabili e morbide come cipria sotto le dita. Prodotti sabbiosi sono infatti frutto di scarti della pianta, che hanno comunque le stesse identiche proprietà delle polveri di qualità, semplicemente presentano una maggiore difficoltà nella spalmabilità del prodotto e sono quindi sconsigliate a chi è alle prime armi. Il problema di una polvere sabbiosa può comunque essere ovviato aggiungendo all'impasto della crema di riso o altri prodotti dalla consistenza cremosa che ne migliorano la spalmabilità.
Talvolta le confezioni già pronte possono contenere altri ingredienti, ad esempio: Ziziphus Spina Christi o Planta Medica. Si tratta in entrambi i casi di piante dai poteri lenitivi, disciplinanti e seboregolatori. Diverso è il caso in cui si dovesse leggere la dicitura: Juglans Regia, si tratta di Mallo di Noce, che ha leggere proprietà tintorie e conferisce un blando scurimento del colore del capello.

Preparazione dell'impasto
Innanzitutto è bene evitare che l'impasto o la polvere stessa entrino in contatto con elementi di metallo (cucchiai, pentolini) al fine di non compromettere la resa. Per cui è bene munirsi di contenitori di plastica e cucchiai di legno.
Per la sua preparazione, è sufficiente aggiungere alla polvere necessaria acqua tiepida quanto basta. Possiamo utilizzare anche un infuso, se ci aggrada.
Nel caso volessimo dare alla nostra chioma riflessi chiari, possiamo aggiungere alla polvere infuso di camomilla e succo di limone.

Calcolare i tempi di ossidazione
Generalmente la Cassia si applica a impasto appena preparato. L'ossidazione è richiesta solo per la Cassia riflessante e dura circa ventiquattro ore.

Calcolare i tempi di posa
Indipendentemente che si tratti di un impacco rinforzante o un impacco riflessante, la Cassia deve restare in posa almeno un'ora. Come tempistica non ha limiti massimi di posa, quindi possiamo tenerla tutto il tempo che vogliamo, anche un giorno intero.

Applicazione e Risciacquo
Gli impacchi naturali si applicano su capelli perfettamente puliti e asciutti. Il momento ideale è il giorno successivo allo shampoo o anche solo qualche ora dopo.
L'impasto può essere applicato con un pennello da tintura o direttamente con le mani protette da guanti in lattice o da cucina per evitare sgradevoli macchie arancioni sulla pelle.
Il risciacquo deve essere accurato in modo da rimuovere tutti i residui ed è un'accortezza in più fare l'ultimo risciacquo acido, magari con acqua e aceto, per migliorare la resa tintoria e lucidare ulteriormente i capelli.

Altri usi cosmetici della Cassia
Infusi depuranti: per la regola siamo ciò che mangiamo, bere infuso di Cassia dolcificato con miele, esattamente come fosse té o camomilla, ha un forte potere depurante perché la Cassia riattiva la corretta attività dei muscoli dell'apparato escretore sincronizzandone il movimento.


Fiori di Cassia Obovata